“Ci sono momenti nella vita più difficili e complessi di altri. Ci sono momenti in cui viene voglia di chiudere gli occhi e sperare che poi, riaprendoli, tutto sia passato, tutto sia come prima. E anche noi di Michelin ci siamo chiesti se quest’anno, dato il contesto, non fosse più opportuno chiudere gli occhi e aspettare che tutto passi… oppure se non fosse più giusto tenere aperti gli occhi, continuare il lavoro di redazione della nostra Guida e presentarla al pubblico. Una domanda che per noi ha una sola risposta: assolutamente sì.” Queste le parole di apertura della tradizionale cerimonia di premiazione. A pronunciarle è Marco Do, Direttore Comunicazione Michelin Italia. Anche quest’anno dunque, Michelin ha scelto di celebrare con il suo riconoscimento i grandi talenti culinari del nostro meraviglioso e variegato Paese. Raggiungere un traguardo tanto ambito proprio in questo incredibile contesto storico che ci stiamo trovando a vivere, ha un significato ancora più speciale e diventa un messaggio di incoraggiamento che premia la bravura, la dedizione, la passione e l’impegno non solo degli chef, ma di tutti i protagonisti coinvolti: brigate di cucina, personale di sala e tutti coloro che contribuiscono a portare l’esperienza dell’accoglienza ai livelli più alti. L’evento si è svolto in modalità live-streaming ma, nonostante l’assenza fisica dei diretti protagonisti, è riuscito a mantenere alto il livello di emozione, grazie anche ai collegamenti con gli chef che hanno ottenuto il riconoscimento. Grande la commozione, e non soltanto da parte dei più giovani (ben 4 under 30 tra coloro che hanno ottenuto la prima stella). A tre ristoranti è stata assegnata la seconda stella e nessun nuovo tristellato, anche se tutti gli undici 3 stelle della passata edizione sono stati confermati. New entry di quest’anno, la stella verde, conferita per premiare le cucine non solo eccellenti, ma anche sostenibili.

BluRhapsody per Oldani
Chef Davide Oldani

BluRhapsody si congratula con tutti gli chef che ce l’hanno fatta ed hanno ottenuto la loro prima stella: solo in pochi, nella vita, potranno dire di aver raggiunto le stelle. E voi siete tra quelli! Tanti gli Chef con i quali siamo entrati in contatto negli anni che hanno confermato la loro stella: a tutti loro, i nostri complimenti e la nostra stima. Una menzione speciale anche a Davide Oldani con cui BluRhapsody ha avuto il piacere di collaborare e che ieri ha ottenuto la sua seconda, meritatissima, stella.

BluRhapsody per Oldani
Chef Davide Oldani

Scopri tutte le nuove stelle Michelin 2021 sul sito ufficiale della Guida.

© BluRhapsody®. Tutti i diritti riservati.