Kalpis

con caprino e fave su letto di cavolo viola.

Difficoltà: Facile

Kalpis

con caprino e fave su letto di cavolo viola.

Difficoltà: Facile

Ingredienti

(per 4 persone)

  • 4 pezzi di Kalpis BluRhapsody®
  • 200 gr di fave pulite
  • 100 gr di cavolo viola
  • 50 gr di caprino 
  • Olio evo
  • Menta
  • Sale e pepe

Ingredienti

(per 4 persone)

  • 4 pezzi di Kalpis BluRhapsody®
  • 200 gr di fave pulite
  • 100 gr di cavolo viola
  • 50 gr di caprino
  • Olio evo
  • Menta
  • Sale e pepe

Preparazione

Le fave

Cuoci le fave in acqua salata per circa 10 minuti, poi togli la pellicina. Tienine alcune da parte e frulla le rimanenti con olio, sale, pepe e qualche fogliolina di menta. Unisci il caprino.

Il cavolo viola

Fai rosolare il cavolo viola con l’olio, poi aggiusta di sale e frulla aggiungendo un po’ di acqua per una consistenza più liquida e un sapore più delicato. Filtra con un colino.

Cuoci Kalpis in acqua bollente salata per 2 minuti, mescolando delicatamente. Scola con una schiumarola svuotando la forma di tutta l’acqua di cottura.

Farcisci con la crema di fave (usa una sac à poche) e adagia le anforette sull’acqua di cavolo viola. Decora con qualche fava intera e foglioline di menta.


Preparazione

Le fave

Cuoci le fave in acqua salata per circa 10 minuti, poi togli la pellicina. Tienine alcune da parte e frulla le rimanenti con olio, sale, pepe e qualche fogliolina di menta. Unisci il caprino.

Il cavolo viola

Fai rosolare il cavolo viola con l’olio, poi aggiusta di sale e frulla aggiungendo un po’ di acqua per una consistenza più liquida e un sapore più delicato. Filtra con un colino.

La pasta

Cuoci Kalpis in acqua bollente salata per 2 minuti, mescolando delicatamente. Scola con una schiumarola svuotando la forma di tutta l’acqua di cottura.

Farcisci con la crema di fave (usa una sac à poche) e adagia le anforette sull’acqua di cavolo viola. Decora con qualche fava intera e foglioline di menta.


Un piccolo consiglio

Se non ami le fave, puoi usare in alternativa i pisellini freschi. Anche il cavolo viola può esser sostituito con la barbabietola rossa.